Dove l'Adda e il Lambro incontrano il Po

Castello e Villa Trecchi

17 Castello dei Trecchi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’origine del complesso edilizio risale alla fine del XVII secolo, realizzato sul corpo del preesistente castello. Concepita come abitazione estiva nobiliare, in epoca napoleonica fu modificata per ospitare una piccola filanda per la lavorazione della seta. Nella seconda metà dell’Ottocento passò di proprietà ed avviata ulteriori trasformazioni. Perse la funzione di residenza e fu ampliata l’attività serica. La parte nobile dell’edificio venne usata per ospitare gli uffici ed i laboratori per l’analisi della seta e fu aggiunto un filatoio. Tutte le strutture subirono trasformazioni per l’esigenza di adeguare i locali alle nuove necessità, vennero rimosse le vetrate artistiche, le decorazioni, le pitture, i pavimenti, i soffitti a cassettoni. Durante la seconda Guerra Mondale divenne la sede dell’Organizzazione Todt, l’impresa di lavoro coatto dell’esercito della Germania nazista che realizzava ponti, strade, trincee, ecc. L’entrata al complesso è costituita da un antico torrione merlato che racchiude la cinta muraria entro cui si trova l’edificio principale e l’ampio giardino all’inglese, con alberi secolari e un laghetto. L’edificio di Villa Trecchi si articola in un unico blocco di tre piani con un ampio porticato al piano terra. Acquisito al patrimonio del comune di Maleo, in estate ospita rassegne culturali ed enogastronomiche.
Dove: via Manfredi, Maleo

2 pensieri su “Castello e Villa Trecchi”

I commenti sono chiusi.

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per le proprie funzionalità. Se vuoi sapere di più sull'utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l'uso, leggi la nostra informativa estesa sull'uso dei cookie, oppure modifica le impostazioni dei cookie. Cliccando su "Accetta cookie", scorrendo la pagina o cliccando su qualunque elemento nella pagina acconsenti all'uso dei cookie.