mappadeiluoghi-cartolina-ok-microcosmi

Contest fotografico: “La mappa del tuo Lodigiano”

Fino al 21 maggio 2017 partecipa al Contest fotografico “La mappa del tuo Lodigiano”! Racconta attraverso le tue fotografie il Lodigiano, con uno sguardo particolare sul Basso Lodigiano, con le sue bellezze naturali, artistiche e le sue tipicità: paesi e città, corsi d’acqua e aree naturali, luoghi dell’economia, quali cascine, caseifici e fabbriche, e quanto rappresenti al meglio il territorio attraverso la sensibilità individuale dell’artista.
Microcosmi Cooperativa Sociale ha lanciato la call per partecipare al contest dal 23 marzo 2017 fino al 21 maggio 2017.

L’obiettivo dell’iniziativa è finalizzato a premiare la passione e il talento fotografico degli artisti che vorranno cimentarsi nella rappresentazione dello specifico tema qui indicato. I partecipanti diventeranno narratori e raccoglitori delle storie suoi luoghi caratteristici del Lodigiano.

Premio per il vincitore e mostra itinerante per i selezionati! 

La partecipazione è gratuita.

L’evento rientra inoltre nel più ampio progetto “La mappa dei luoghi che meritano di essere raccontati”, con il contributo di Fondazione Comunitaria della Provincia di Lodi onlus.

L’evento è patrocinato dal Comune di Casalpusterlengo e dal Distretto di Attrattività Turistica del Basso Lodigiano in collaborazione con FIAB Casalpusterlengo, Donne in Circolo, alCubo – Casa delle Associazioni, Strada del Vino di San Colombano e dei Sapori Lodigiani.

Il bando è scaricabile qui: http://microcosmi.it/wp-content/uploads/2017/03/call_foto_BassoLodigiano_microcosmi.pdf

 

mappadeiluoghi-cartolina-ok-microcosmi

cibo_lodigiano

Prosegue la Rassegna gastronomica “Un Po della Bassa”

cibo_lodigianoLa nona edizione della Rassegna gastronomica un Po della Bassa prosegue fino a domenica 11 dicembre.
Sette i ristoranti coinvolti che propongono “menù a tema ispirati ai profumi autunnali. Protagonisti in tavola saranno, naturalmente, i prodotti tipici del territorio – dal salame mariola della riva del Po alla coppa piacentina – e una serie di ricette che uniscono tradizione e creatività: dallo sformato di riso mantecato al Granone Lodigiano con sformato di lumache fino al ganassino di suino con crostone di polenta ai formaggi”.
I sette ristoranti che ospitano la nona edizione della kermesse sono: l’osteria La Vecchia Corte di Cavacurta, l’Osteria del Gallo di Brembio, il ristorante La Griglia di Terranova dei Passerini, l’Osteria di Codogno, il ristorante Villa Fabrizia Resort di Bertonico, il ristorante Ca’ Visconti di Zorlesco di Casalpusterlengo e l’agriturismo La Torre di Ripalta Cremasca.
Da quest’anno inoltre Un Po della Bassa sarà anche social: per tutto il corso della rassegna gastronomica è stato infatti organizzato un contest fotografico in cui chiunque potrà pubblicare sui profili Facebook e Instagram dell’Assocazione Radici le foto dei propri piatti cucinati a casa. Gli autori delle tre fotografie che riceveranno il maggior numero di “Mi piace” vinceranno un buono sconto del 50% da utilizzare in uno dei ristoranti aderenti alla rassegna.
Tutte le info sul sito di Un Po della Bassa, promosso dall’Associazione Radici.

vie_del_latte

Vie del latte nel Basso Lodigiano

vie_del_latteAnche il Basso Lodigiano è coinvolto in “Le vie del Latte tra il cremonese e il lodigiano” con 2 appuntamenti: venerdì 18 a San Colombano al Lambro e venerdì  25 novembre a Orio Litta.
Le vie del latte, propone una serie di appuntamenti con visite guidate presso caseifici, aziende di produzione casearia e stalle delle aziende agricole aderenti. I vari incontri prevedono interventi di
esperti e momenti di degustazione di formaggi tipici dei due territori abbinati con vini di San Colombano e con mostarde Cremonesi. L’iniziativa è organizzata dalla Strada del Vino San Colombano e dei Sapori Lodigiani.

Venerdì 18 Novembre – ore 18,00 Degustazione vini e formaggio
Azienda Agricola Nettare dei Santi – Via della Capra 17, San Colombano al Lambro
Iscrizioni a numero limitato: info@viniriccardi.com – 0371.200523

Venerdì 25 Novembre – ore 18,00 Degustazione formaggi e mostarde
Zucchelli Bottega del Gusto – Strada Mantovana 49/A, Orio Litta
Iscrizioni a numero limitato: bottegazucchelli@outlook.com – Chiara 347.5975720

226 logo

Fiera Agricola di Codogno 2016

226 logoMartedì 15 novembre e mercoledì 16 novembre si svolgerà la 226esima edizione della Fiera Agricola di Codogno.
226esima edizione: basta questo numero per capire l’importanza e la storicità della Fiera di Codogno che viene svolta fin dal 1791. Si può infatti leggere nella Notificazione emanata il 20 ottobre 1791 dalla Regia Intendenza Provinciale di Finanza: «In coerenza di Sovrana Disposizione di Sua Maestà per favorire il Commercio della Provincia Lodigiana, essendo stato accordato al Borgo di Codogno l’istituzione di un’annuale Fiera d’ogni sorta di Mercanzia, per la quale sono stati siffatti li giorni di Giovedì, Venerdì, e Sabato della Settimana successiva al S. Martino d’ogni Anno».
La Fiera Agricola di Codogno oggi vuol dire circa 500 espositori che, su circa 45 mila metri, organizzano l’esposizione:

    • di bovini da latte di razza frisona, bruna alpina, razze da carne;
    • suinicola;
    • cunicola;
    • avicola;
    • equina con la presenza di razze pregiate e da lavoro;
    • bovini destinati alla commercializzazione;
    • prodotti tipici agro-alimentari e artigianali;
    • macchine agricole e attrezzature zootecniche;
    • concessionarie di autovetture.

Oltre all’esposizione e alle premiazioni dei migliori animali, sono organizzate numerosissime iniziative sulle tematiche agricole (qui tutto il programma) e anche eventi di intrattenimento culturali e sportivi (qui il programma completo) non solo nei due giorni della Fiera ma per tutto il mese di novembre.

Per tutti i dettagli, i siti della Fiera e del Comune di Codogno.

logo-rassegna_gastronomica

Rassegna gastronomica del Lodigiano 2016

logo-rassegna_gastronomicaSono 4 i ristoranti del Basso Lodigiano che aderiscono alla Rassegna gastronomica del Lodigiano, giunta alla 28a edizione, dall’8 ottobre all’11 dicembre 2016: Ristorante La Colombina a Bertonico, Trattoria Cavallino a Casalpusterlengo, Albergo del Sole a Maleo e Ristorante La Caplania a San Colombano al Lambro.

La Rassegna, che attira amanti della buona tavola anche da altre regioni, è un appuntamento imperdibile per assaggiare le tipicità culinarie del nostro territorio.

Anche quest’anno l’offerta di menù è varia.
Il Menù Classico: è lo storico menù di Rassegna, ricco ed importante, completo dall’antipasto al dolce.
I menù vengono approvati da un’apposita commissione che garantisce la presenza di soli piatti che rispettino la tradizione oppure che la ripropongano in modo innovativo e con l’abbinamento a prodotti di fuori territorio.

Menù Zucca e Castagne: i due prodotti principi della stagione in straordinari menù dove ogni piatto li utilizza con fantasia e gusto.
A seconda della scelta operata dal ristoratore, il cliente nei Menu Tematici potrà trovare menù completi o leggeri (piatto unico, oppure antipasto e primo).
Di norma i menù tematici hanno un prezzo inferiore rispetto a quello Classico.

Ci sono poi le PROMOZIONI DELLA RASSEGNA:

LA SERATA AMICA
Serata “Amica” tutti i venerdì, dal 21 ottobre al 25 novembre, SCONTO DEL 10% per gruppi di sole donne (da 2 a 100…) sul Menù Classico Rassegna (a tutte le partecipanti un omaggio profumato firmato L’Erbolario).

ANTICHI SAPORI
Dall’8 ottobre all’11 dicembre, un menù dedicato alla selezione di alcuni piatti tipici del ristorante.

I menù di ciascun ristorante sono visibili sul sito della Rassegna gastronomica Lodigiana dove è scaricabile anche la locandina con tutte le info.

festa_uva_sancolombano

Festa dell’Uva a San Colombano e Fattorie Didattiche a Porte Aperte, domenica 25 settembre

festa_uva_sancolombanoIl 29 settembre sarà una domenica spettacolare nel Basso Lodigiano con 2 appuntamenti imperdibili: la 59a Festa dell’Uva a San Colombano (e basterebbe il numero dell’edizione per capire l’importanza dell’evento) e l’iniziativa Fattorie Didattiche a Porte Aperte che coinvolgerà 3 aziende nel Basso Lodigiano con laboratori vari (produzione di formaggi, tosatura di bovini, raccolta dell’uva…), visite alle stalle e agli orti, escursioni nei campi, degustazioni di prodotti, percorsi nella natura, giochi, visite ai musei agricoli e alle architetture rurali.

La FESTA DELL’UVA DI SAN COLOMBANO non avrebbe bisogno di presentazione: è una festa popolare che coinvolge tutto il Borgo per celebrare il mese della vendemmia e l’uva, “il frutto della nostra terra, coltivato sulle nostre colline e ormai famoso in tutto il Milanese e Lodigiano“. I due momenti più importanti sono la sfilata dei carri allegorici di cartapesta nelle vie del Borgo (ore 15:00) e lo spettacolo pirotecnico (ore 21:45). Per l’intera giornata, dalle ore 10:00 fino a sera, ci saranno degustazioni di vini DOC, prodotti tipici, artigiani, hobbisti, artisti, spettacoli: dai concerti rock alla caratteristica pigiatura dell’uva con i piedi. La sera sarà possibile cenare (costo €. 10.00 e prenotazioni fino a un massimo di n. 350 posti a sedere). Dalla 10:30 alle 13:00 sarà possibile visitare il Castello Belgioioso di San Colombano con le guide. Dalle 12:00 alle 18:00 ingresso al centro storico per i non residenti € 3.00, ragazzi fino a 12 anni gratis. Programma completo sul sito del Comune e sull’evento facebook.

Il progetto delle FATTORIE DIDATTICHE A PORTE APERTE, pensato dall’Assessorato all’Agricoltura di Regione Lombardia e giunto alla dodicesima edizione, è nato per mettere in collegamento scuola e agricoltura e costruire un programma educativo di lungo respiro sui temi dell’ambiente, dell’educazione alimentare e della biodiversità, portando i giovani a contatto con la natura.

IL PROGRAMMA PER IL BASSO LODIGIANO
Agriturismo LE CASCINE a Terranova dei Passerini LO (di Vailati Riboni Carlo e Paola – Tel. 0377.833588 – Cell. 337282658 Carlo – 3358074306 Paola)
Azienda cerealicolo zootecnica, in conversione a biologico, considerata ecomuseo del lodigiano. Notevole è l’archivio storico, interessante il lago realizzato per la reintroduzione di specie autoctone. Per la giornata “a porte aperte” la fattoria propone: ore 11:00 per bambini e famiglie visita alla fattoria e ai suoi animali; per adulti breve presentazione storica de Le Cascine con visita guidata all’archivio dei documenti di famiglia. Attività gratuite. Ore 15:00 gita al Laghetto delle Cascine col trenino trainato dal trattore. Costo 2 euro a partecipante. Tutto il giorno il Campo giochi sarà a disposizione per fare capriole nel prato, giocare nella piscina di mais o scivolare sui balloni di paglia, dar da mangiare alle caprette e agli asinelli, coccolare i coniglietti. Sarà possibile pranzare o fare merenda e acquistare i prodotti del territorio. Prenotazione obbligatoria. Menù e relativi costi sul sito internet dell’azienda.

Agriturismo Panizzari Angelo a San Colombano al Lambro (Tel. 0371.897613)
Azienda in collina, sulla strada panoramica tra i comuni di Miradolo Terme e San Colombano al Lambro.
Per la giornata “a porte aperte” la fattoria propone: laboratori sulla vendemmia che comprendono la raccolta dell’uva, la visione delle fasi di vinificazione e la visita dell’azienda agricola. Il laboratorio si terrà alle ore 10:30 su prenotazione. Altri dettagli qui.

AZIENDA AGRICOLA I.T.A.S. “A. TOSI” a Codogno (di Risoli Antonello – Tel. 0377.32250 – Cell. 338.5699313)
L’azienda è parte integrante dell’ITAS “A. TOSI” (Istituto Tecnico Agrario). Si trova nel comune di Codogno e nelle vicinanze di diversi siti di interesse culturale e naturalistico. Per la giornata “a porte aperte” la fattoria propone: Laboratori: ore 09:00/12:00: Caseificio – Produzione caciotte e ricotta; ore 09:30/11:30 Come si fa il formaggio: attività per i piccoli e aspiranti “casari”; ore 10:00/11:00 Baco da seta e api – Impariamo le tecniche e le finalità di allevamento; ore 9:00/12:00 Visita alla corte, alla stalla, alla serra; ore 12:30/14:00 Buffet (costo € 15,00 per adulti, € 10,00 per bambini da 5 a 12 anni e gratis sotto i 5 anni). Menu: risotto con salsiccia e funghi, affettati misti, formaggi aziendali, pane, acqua, vino. Prenotazione obbligatoria per il buffet. ore 14:00 Caseificio –Filatura del provolone; ore 15:00 Orto – Semina e trapianto in campo di piante da orto; ore 16:00 Giochi di gruppo per piccoli aspiranti agricoltori; ore 16:30 Lavaggio e tosatura di una bovina; ore 17:30 Mungitura.

vento-bici-tour%e2%88%8falessandro-giacomel_20

Vento Bici Tour 2016 a Somaglia

vento-bici-tour%e2%88%8falessandro-giacomel_20La quinta tappa del “VENTO Bici Tour 2016” arriverà a Somaglia mercoledì 21 settembre dove alle 20:45 si svolgerà l’incontro “Scrittori del Po: leggiamoli e ascoltiamoli (sotto il programma completo), in collaborazione con il Comune di Somaglia.

VENTO è il progetto di una ciclabile lungo il PO da VENezia a TOrino.
E noi che abbiamo creato questo progetto di Itinerari ciclabili nel Basso Lodigiano non possiamo non sostenere VENTO!
VENTO Bici Tour è giunto alla sua quarta edizione ed è in corso in questi giorni dal 17 al 25 settembre: “9 tappe e 24 eventi lungo i paesaggi del fiume Po pedalando da Venezia a Torino, per concludere al Salone del Gusto e a Terra Madre. Ancora in bicicletta, ancora per dire che VENTO non è solo una ciclovia, ma è un altro modo di intendere il territorio e di immaginare per lui e i suoi abitanti un futuro possibile e sostenibile.
Il tema della IV edizione sarà: Ricuciamo la bellezza
…e generiamo occupazione, coesione sociale e cura del territorio attraverso un modello leggero, fatto di paesaggio, bicicletta e turismo. Lungo il percorso di VENTO è un rincorrersi di tracce di bellezza: storia, agricoltura, natura, città, castelli, chiese, sentieri, opere idrauliche, persone, mestieri e piatti della cucina regionale. Se tutto ciò diviene progetto unitario, può generare preziose economie locali. Da qui l’idea di usare VENTO come un nuovo filo, narrativo e ciclabile, con cui ricucire tutto ciò, attraverso un atto paziente, visionario ma concreto, che avrà per ago la bicicletta e per filo il tracciato.

VENTObiciTour di quest’anno ha un sapore particolare perché si parte avendo alle spalle un risultato importantissimo: lo scorso 27 luglio Governo e Regioni hanno firmato un protocollo d’intesa che dà concreto avvio alla progettazione e realizzazione della Rete Nazionale delle Ciclovie Turistiche Italiane. Con questo protocollo si potranno impiegare i 91 milioni di euro stanziati in Legge di Stabilità2016. È la prima volta nel nostro Paese.
VENTO sarà il primo e più grande progetto di infrastruttura cicloturistica in Italia (679 km tutti e solo ciclopedonali) e una volta realizzato sarà in grado di supportare flussi di 3-500.000 passaggi di cicloturisti all’anno generando indotti per oltre 100 milioni annui e migliaia di nuovi posti di lavoro. Il tutto a un costo di investimento pari a poco più di 100 milioni, ovvero l’equivalente di tre chilometri di autostrada.

ore 20.45 | Piazzetta del Municipio – Somaglia(LO)
Scrittori del Po: leggiamoli e ascoltiamoli

Intervengono:
Roberto Peia, autore di “A rincorrere il vento”, giornalista e scrittore, fondatore a Milano di UBM, Urban Bike Messengers, e del bike cafè Upcycle
Stefano Rota, scrittore, autore di “Gente di provincia
Alessandro Sanna, illustratore, insegna all’Accademia di Belle Arti di Bologna, autore di “Fiume lento. Un viaggio lungo il Po
Paolo Pileri e Alessandro Giacomel, Politecnico di Milano, autori con Diana Giudici di “VENTO.La rivoluzione leggera a colpi di pedale e paesaggio
Modera il giornalista Alex Corlazzoli.

auto_epoca_maleo

Auto e moto d’epoca a Maleo – 13a edizione

auto_epoca_maleoDomenica 18 settembre si svolgerà il raduno di auto e moto d’epoca “Trofeo Losi Costruzioni”, giunto ormai alla tredicesima edizione.
La manifestazione sfilerà tra Maleo e Ospedaletto Lodigiano con un fitto programma e sarà anche l’occasione per ammirare, oltre ai mezzi d’epoca, anche le bellezze artistiche e paesaggistiche del territorio, tra cui la bellissima Villa Trecchi a Maleo!
Non mancheranno le occasioni di degustare prodotti tipici della zona con aperitivo e pranzo.
Nell’ultima edizione, lo scorso anno, parteciparono 128 autovetture e 91 moto, richiamando l’attenzione ben oltre il Lodigiano.

QUESTO IL PROGRAMMA IN DETTAGLIO
Dalle ore 8 alle 9 registrazione e ritrovo dei partecipanti in piazza e a Villa Trecchi a Maleo.
Ore 10 partenza dal centro storico di Maleo per itinerario turistico-culturale fino a Ospedaletto Lodigiano.
Ore 11 arrivo ad Ospedaletto Lodigiano presso il parcheggio della Mandella con sosta presso l’antico monastero dei Gerolomini; a seguire aperitivo offerto dalla Pro Loco di Maleo in collaborazione con la Pro Loco di Ospedaletto.
Ore 12 partenza per ritorno a Maleo.
Ore 12:30 pranzo in Villa Trecchi ed esposizione dei veicoli.
Ore 14:30 visita guidata ai monumenti di Maleo.
Ore 15 sfilata dei veicoli storici per il centro storico ed esibizione delle vetture da competizione.
Ore 16:30 gran finale con la premiazione della vettura e della moto più significativa e consegna della tradizionale sabbiosa di Maleo a tutti i partecipanti.

La manifestazione è organizzata dal Gruppo Amatori Veicoli d’Epoca Maleo – Gavem (dal cui sito sono tratte le foto da una ricchissima gallery delle edizioni passate) e dal Comune di Maleo, Pro Loco di Maleo in collaborazione con la Pro Loco di Ospedaletto Lodigiano.

medievale_sancolombano2

Weekend medievale a San Colombano

medievale_sancolombano2Si svolgerà sabato 10 e domenica 11 settembre il Guiderdone Banino, la manifestazione mediovale che propone la ricostruzione storica dell’assalto alla rocca, avvenuto nel settembre del 1402 da parte dei cittadini di San Colombano, i “Banini”, durante il dominio tiranno dei Visconti.

L’appuntamento, diventato ormai una tradizione per San Colombano, prevede numerosi eventi con il momento clou domenica pomeriggio: la sfilata storica con sbandieratori e il Palio dei Rioni con il Gran Torneo d’Armi dei Cavalieri e la Giostra Medievale.

La manifestazione si svolgerà presso il bellissimo Parco del Castello e le vie del centro storico di San Colombano.

Alle ore 12 aprirà la locanda del Guiderdone, che rimarrà funzionante fino a sera, dove si potranno assaggiare i prodotti tipici del territorio accompagnati dal vino D.O.C. di San Colombano.

Inoltre per tutto il giorno sono previsti animazione Fantasy per bambini, attività pittorica estemporanea a cura dell’Associazione La Gioconda, bancarelle con giochi medievali, intrattenimento con musiche e balli.

Come anticipo del Guiderdone, sabato sera si svolgerà una partita di scacchi viventi “Scacco al re” con i figuranti in costume medievale.

Tra gli altri appuntamenti collegati, segnaliamo l’inaugurazione della mostra: “Come si fanno i soldi – Fabbricare soldi, francobolli, assegni…” presso le Scuderie del Castello, a cura del Circolo Filatelico Numismatico Banino e del Museo della Stampa di Lodi.

Il Guiderdone Banino è organizzato dall’Associazione Rioni Borgo Insigne, il Comune di San Colombano al Lambro e la Pro Loco. Il programma dettagliato qui.

(Foto tratte da Il Cittadino e dal sito dell’Associazione Rioni di San Colombano al Lambro)

medievale_sancolombano6

medievale_sancolombano5

falchi_pecchiaioli_birdwatching

Birdwatching: la migrazione dei rapaci nel Parco di San Colombano

falchi_pecchiaioli_birdwatchingIl Parco delle Colline di San Colombano ospiterà la dodicesima edizione di CAMPO MIGRANS 2016 – LA MIGRAZIONE DEI RAPACI NEL PARCO DI SAN COLOMBANO: dal 16 agosto al 4 settembre.
Ogni anno viene organizzato un campo di birdwatching per l’osservazione e censimento dei rapaci in Pianura Padana (tutte le info sul sito dell’Associazione il Picchio Verde).
Si osserva e si censiscono tutti i passaggi sulle schede, orari, vento, condizioni climatiche, altezza…un censimento spettacolare dove si vedono transitare stormi di 50- 100 rapaci per volta.
Esiste infatti una rotta migratoria che attraversa i cieli della pianura.
Migliaia di rapaci scendono dal nord Europa per raggiungere l’Africa dove svernano.
Il Parco di San Colombano è uno dei corridoi migratori preferiti dei falchi pecchiaioli, scendono veleggiando da Nord-Est, in particolare dalla Valle dell’Adige, verso Sud-Ovest, Piemonte e Liguria, da cui poi si lanciano verso la Francia, la Spagna e da lì, attraverso lo stretto di Gibilterra, nelle regioni africane dove svernano. Questo tipo di rapace preferisce seguire l’andamento delle terre emerse alle traversate in mare aperto, perché ama il volo veleggiato piuttosto che quello battuto, e quindi cerca le correnti termiche ascensionali sulle quali scivolare. E nel lungo tragitto, l’attraversamento della Pianura Padana costituisce un momento di dispersione per i grandi stormi che si formano nei passaggi ai valichi montani.
Anni d’osservazione, con numeri importanti e continuità, ci permettono di affermare di essere in un ambiente significativo per le osservazioni delle rotte migratorie: durante il periodo di osservazione si vedono nibbio, sparviere, poiana, falco lodaiolo, falco pescatore e falco di palude, oltre al passaggio di cicogna nera e bianca.

La dodicesima edizione del Campus Migrans è organizzata dall’Associazione Parco Collinare “Il Gheppio“, l’Associazione il Picchio Verde, il Gruppo Ricerche Ornitologiche Lodigiane-GROL, le Guardie Ecologiche Volontarie-GEV, con il patrocinio del Parco Colline di San Colombano e del Comune di Inverno e Monteleone.

(Post a cura dell’Associazione il Picchio Verde)